Chi siamo

OGNI COLLEZIONE DI STORIA POSTALE E’ UNA TESTIMONIANZA VIVA, DI STORIA, DI COSTUME, DI CIVILTA’.

Non soltanto i francobolli, apparsi dopo il 1840, ma anche gli annulli ed i timbri, gli oggetti di corrispondenza ed i moduli, le stesse scritte che appaionosu una busta,  possono raccontare una storia viva, attuale, che è un contributo alla conoscenza del nostro passato; ed il collezionista stesso a scriverla ed a valorizzarla.

  • CON IL SUO IMPEGNO
  • CON LA SUA PASSIONE
  • CON LA SUA PERSONALITA’

Il dipinto illustrato nei manifesti e nelle locandine che pubblicizzano “Milanexpo 2007” è tratto dal capolavoro di Andrea Mantegna che si trova nella “Camera degli sposi” del castello di San Giorgio a Mantova. Vi è raffigurato Ludovico II Gonzaga, luogotenente del duca Francesco Sforza, con una lettera che ha appena ricevuto da Milano.

Questa lettera esiste davvero ed é custodita nell’Archivio di Stato di Mantova (corrispondenza con la corte sforzesca, busta 1607, c. 159).
La lettera é datata 30 dicembre 1461 ed é stata inviata al marchese Ludovico II da Bianca Maria Visconti, consorte del duca Francesco Sforza, per avvisarlo dell’improvviso aggravamento delle condizioni di salute del marito. La lettera riveste carattere di urgenza e nella parte dell’indirizzo è indicato “cito, cito” (presto, presto).