Skip to main content
Eventi

Ultimi giorni prima della bilaterale

AispInt2014 Dieci italiani contro dieci tedeschi: “Aisp international 2014” si terrà dal 21 al 23 marzo a Milano congressi, ospitata nel contesto di “Milanofil” Milano (18 marzo 2014) - Ultimi giorni prima della sfida tra Italia e Germania, “Aisp international 2014”: chi vincerà? “Non posso sbilanciarmi”, sorride sornione il presidente dell’Associazione italiana di storia postale, Angelo Simontacchi. “D’altro canto, il responso è in mano ai giurati, e noi naturalmente ci adegueremo”. “Vorrei sottolineare, però, che abbiamo definito il progetto e scelto l’antagonista, questa volta la Deutscher altbriefsammler-verein. Si tratta di una gara ad armi pari, con dieci collezioni per parte che si disputeranno i tre premi messi in palio: il «cavallino» nelle versioni d’oro, d’argento e di bronzo. Si aggiungeranno altrettante «menzioni onorevoli», destinate a titoli che, in ogni caso, si sono fatti notare”. Non solo il confronto nei quadri. “«Aisp international 2014» sarà anche una festa: lavoreremo insieme per montare le collezioni, e poi ci confronteremo in altri frangenti, perché sarà nostra cura fare apprezzare agli ospiti, giunti appositamente, la città negli aspetti gastronomici e turistici”. La mostra si terrà nel contesto di “Milanofil”, il salone del francobollo organizzato da Poste italiane e messo in calendario tra il 21 ed il 23 marzo. Accolto presso Milano congressi, con entrata da via Gattamelata 5, resterà aperto nei tre giorni fra le 9.30 e le 18.30 (domenica chiuderà alle 14). L’ingresso è gratuito. A giudicare i lavori sono stati chiamati Kurt Kimmel, quale presidente della speciale commissione, coadiuvato da Gerald Helsch, James van der Linden e Mario Mentaschi; commissario è Bruno Crevato-Selvaggi. La premiazione si terrà durate la serata conviviale prevista per il 22. LE DUE SQUADRE IN GARA AISP Federico Borromeo “British West Indies” Adriano Cattani “Vie postali d’Europa / Postal routes of Europe” Antonio Ferrario “Le vie di mare che unirono l’Italia / Sea routes that connected Italy” Giorgio Magnani “The transatlantic mail services from Central-South America to Italy since 1837 up to the end of the century” Claudio Ernesto Manzati “The stamps of «Revolution»: postal rates and uses” Giovanni Nembrini “Mail system during the Kingdom of Umberto I” Giulio Perricone “Collettorie di Sicilia nel periodo d’uso dei bolli corsivi / Rural post offices in Sicily during the period of the «corsivi» postmarks” Angelo Teruzzi “The postal relationships between the Kingdom of Sardinia and the Austrian Empire 1844-1861” Pedro Vaz Pereira “The nominatives marks used in the portuguese post office between 1853-1900” Carlo Vicario “La tassazione della corrispondenza durante il Regno di Umberto I / Mail taxation during the Kingdom of Umberto I” DASV Martin Camerer “Die korrespondenz zwischen den Deutschen und Altitalienischen Staaten 1850-1870 / The correspondence between German and Old Italian States 1850-1870” Heinrich Conzelmann “Die entwicklung der postverbindungen Usa-Deutschland bis 1868 / The development of the postal routes Usa-Germany up to 1868” Jürgen Glietsch “Italien 1861-1875: briefpost nach Österreich, nach Deutschland und in den Kirchenstaat / Italy 1861-1875: letter mail to Austria, Germany and in the Papal States” Gerdlieb Gmach “Zur postgeschichte der Donaufürstentümer (Rumänien) 1852 bis zum Weltpostvertrag (1. juli 1875) / From the postal history of the Danubian Principalities (Romania) in 1852 to the Universal postal convention (july 1st, 1875)” Peter Heck “The netherlands postmarks, from the first to 1813-14” Thomas Hoepfner “Postgeschichte Hamburg - Die entwicklung der stadtpost bis 1867 / Postal history in Hamburg – The development of the local mail up to 1867” Arnim Knapp “Zwei jahrzehnte feld- und militärpost der Königlich sächsischen postverwaltungen in der zeit von 1848 bis 1866 / Two decades of field and military mail of the Royal saxon postal administrations during the period 1848-1866” Hans Michael Krug “Postverkehr zwischen dem gebiet der Deutschen reichspost und den Vereinigten Staaten von Amerika 4.5.1871-31.12.1875 / Postal traffic between the territory of the Deutsche reichspost and the United States of America 4.5.1871-31.12.1875” Friedrich Meyer “Das Thurn und Taxis postamt in der hansestadt Bremen / The Thurn and Taxis post office in the hanseatic city of Bremen” Claude Montandon “Taxmarks, used in or for Switzerland”

Ultimi articoli

AISP e RAHFHP: una collaborazione che si consolida

Sabato 16 dicembre 2023 si è svolto l'abituale incontro annuale organizzato da AISP e Unione Filatelica Lombarda. L'evento si è svolto presso l'Enterprise Hotel a Milano.

Le conferenze - i testi delle presentazioni

In questa sezione vengono pubblicati, in ordine cronologico e a beneficio esclusivo dei soci, i file pdf delle presentazioni che gli autori delle stesse hanno concesso ad AISP per la diffusione al

Conferenze e pranzo degli auguri 2023. La Real Academia Hispánica de Filatelia e Historia Postal ospite di AISP.

Sabato 16 dicembre 2023 a partire dalle ore 10 presso l’Enterprise Hotel, Corso Sempione 91, Milano si svolgerà un evento congiunto organizzato

Pubblicato il numero 32 di Cursores

Inizia in questi giorni la distribuzione ai soci del numero 32 della rivista Cursores, al solito ricco di articoli ad ampio spettro, capaci di soddisfare i gusti collezionistici dei

Assemblea straordinaria dei soci - 16 dicembre 2023

Milano, 16 novembre 2023  

AISP a Postgeschichte Live 2023

Si è svolta dal 26 al 28 ottobre l'annuale edizione dell'evento Postgeschichte Live 2023 presso la fiera di Ulm, città del Baden-Württemberg.

Newsletter del 23 ottobre 2023

Cari consoci,

Cursores - medaglia d'oro a IBRA 2023

È con vivo piacere che AISP comunica che la rivista da essa edita, Cursores, è stata premiata con la medaglia d'oro (90 punti) all'esposizione mondiale FIP IBRA 2023 svoltasi a Essen dal 25 al 28 m

Pubblicato il numero 31 di Cursores

Inizia in questi giorni la distribuzione ai soci del numero 31 della rivista Cursores, al solito ricco di articoli ad ampio spettro, capaci di soddisfare i gusti collezionistici dei culto